Assistenza gratuita per interventi chirurgici. Pagamenti effettuati direttamente in ospedale.

Chirurgia di femminilizzazione vocale: formazione sulla femminilizzazione vocale in Tailandia

Procedure di femminilizzazione vocale, prima e dopo, benefici e cure post-operatorie

Procedure di femminilizzazione vocale, prima e dopo, benefici e cure post-operatorie

Per creare la voce di una persona, le corde vocali fungono da generatore di suoni. Il tono della voce si basa sulle vibrazioni delle corde vocali. Anche la forma e le dimensioni della bocca, del naso, della gola e persino dei seni contribuiscono al modo in cui la voce suona.

Gli uomini tendono ad avere voci più basse mentre le voci femminili sono di solito più alte. Attraverso la procedura di femminilizzazione vocale, i pazienti transgender cercano di aumentare la frequenza di risonanza di una voce maschile a una più femminile.

Ma la procedura da sola non è sufficiente per apportare un cambiamento vocale completo. Una volta completato, i pazienti devono lavorare con un logopedista esperto in procedure transgender per garantire un esito vocale di successo e comfort nel parlare. Passare attraverso la terapia dopo la procedura aiuterà i pazienti a imparare a usare correttamente il loro nuovo tono vocale.

Ci sono due opzioni chirurgiche utilizzate per aumentare il tono della voce di una persona. Uno di questi interventi chirurgici è la formazione della rete glottidale anteriore. Questa procedura crea una rete di bande cicatriziali nella parte anteriore delle corde vocali, accorciandola per aumentare il tono. Un altro modo per aumentare il tono vocale è accorciare le corde vocali e configurare il tratto vocale attraverso la chirurgia.

Una cosa da ricordare è che il tono è solo una componente che costituisce il suono di una voce femminile. State tranquilli, questa procedura chirurgica può aiutare i pazienti a ottenere il suono vocale che desiderano.

Femminilizzazione Vocale

Prima dell’operazione

Ci sono alcuni passaggi importanti che un paziente deve ricordare prima di sottoporsi a un intervento chirurgico di femminilizzazione vocale. In primo luogo, devono smettere di fumare almeno due settimane prima della prima consultazione del medico. Nella maggior parte dei casi, al paziente verrebbe anche consigliato di bere molta acqua adeguata alla procedura per mantenere una buona igiene vocale. Avere una buona igiene vocale fa molto per garantire un intervento chirurgico di successo.

Quindi il paziente deve sottoporsi a uno studio acustico molto attento della propria voce (analisi vocale). Questo viene fatto per essere in grado di comprendere appieno i potenziali risultati della chirurgia di elevazione del passo. Lo studio è chiamato videolaringostroboscopia.

La videolaringostroboscopia dura un’ora compresa la consultazione e la procedura vera e propria. Quando è completato, i pazienti possono discutere i potenziali risultati, sollevare eventuali fattori di rischio e porre tutte le loro domande, ad esempio quando riescono a sentire la loro voce finale.

Dopo l’esame iniziale e la discussione, ai pazienti viene chiesto di lavorare con un logopedista per sessioni di un’ora almeno 2-3 volte alla settimana prima dell’intervento chirurgico per aiutare a riqualificare la loro voce e prepararsi per l’operazione. Se il paziente ha già avuto un precedente intervento chirurgico di cambiamento della voce utilizzando una tecnica diversa, il team chirurgico potrebbe dover valutare ulteriormente il caso per garantire il successo.

Femminilizzazione Vocale

Tecnica chirurgica di femminilizzazione vocale

Durante la procedura di femminilizzazione della voce o la chirurgia di pitch lifting, il chirurgo sposta la cartilagine tiroidea vicino al cricoide del paziente usando punti riassorbibili. Viene utilizzata un’incisione trasversale di 2 cm, solitamente eseguita in una piega della pelle per ridurre al minimo la visibilità della cicatrice, a livello del punto medio verticale della cartilagine tiroidea.

Le corde vocali di un paziente non vengono direttamente toccate o manipolate per evitare danni. Il cambiamento di tono si verifica perché le corde vocali sono passivamente tese attraverso l’intervento chirurgico. Lo stretching provoca l’aumento del tono vocale stimolando chirurgicamente la contrazione del muscolo cricotiroideo con punti di sutura.

Questa simulazione aiuta ad aumentare lo spazio tra gli attacchi delle corde vocali che causano l’aumento della tensione delle corde vocali. La tiroide e la cartilagine cricoide sono portate il più vicino possibile l’una all’altra per mitigare il potenziale ritorno post-operatorio a un tono più basso quando il gonfiore diminuisce.

La procedura di femminilizzazione vocale viene eseguita in anestesia generale per circa 40-50 minuti. Viene spesso eseguita in tandem con la rasatura del pomo d’Adamo / tracheale nei pazienti che desiderano eseguire entrambe le procedure di femminilizzazione.

Se un paziente sta solo facendo la chirurgia di femminilizzazione della voce, c’è generalmente un dolore minimo in seguito. Qualsiasi dolore può essere gestito con antidolorifici. Tuttavia, se si eseguono entrambe le procedure, la procedura di rasatura tracheale può causare dolore post-operatorio.

Vantaggi e svantaggi della procedura

I vantaggi della chirurgia di femminilizzazione vocale includono:

  • Nessuna manipolazione diretta delle corde vocali del paziente che potrebbe portare a danni alla voce e raucedine permanente.
  • È reversibile.
  • Questa procedura può essere eseguita in tandem con la rasatura tracheale.

Gli svantaggi includono:

  • La chirurgia richiederà una piccola incisione del collo che può cicatrizzare. Questo varia da paziente a paziente;
  • Il successo a lungo termine e i risultati di questa procedura non sono disponibili in quanto è ancora relativamente nuova.

Quali sono i rischi associati alla chirurgia di femminilizzazione vocale?

I rischi di ottenere la chirurgia vocale includono:

  • Disfonia, come interruzioni della voce e tremori
  • Edema o accumulo di liquidi nelle corde vocali
  • Pomo d’Adamo allargato
  • Raucedine
  • Il tono rimane basso anche dopo l’intervento chirurgico e la terapia di femminilizzazione vocale
  • Cicatrici all’interno della casella vocale o all’esterno della gola
  • La voce suona innaturalmente alta
  • Disfunzione delle corde vocali
  • Lesioni delle corde vocali
  • Paralisi delle corde vocali

Note post-operatorie

I promemoria post-intervento chirurgico da seguire includono:

  • Giorno 1-7 – I pazienti devono rimanere in assoluto silenzio. I pazienti non avranno restrizioni su cibi e bevande, anche se per prevenire il reflusso acido si raccomanda di evitare caffeina, cioccolato, cibi grassi, soda, menta piperita e alcol.
  • Giorno 3-7 – I pazienti devono lubrificare le corde vocali con acqua e contemporaneamente nebulizzare usando una soluzione salina.
  • Giorno 8-10 – Dopo il tempo di riposo assegnato al paziente, verrà condotta una nuova videolaringostroboscopia. I punti esterni verranno rimossi e la medicazione della ferita verrà sostituita. Questo è anche il momento in cui può iniziare la riabilitazione del linguaggio con logopedisti o la terapia di femminilizzazione vocale. Questo aiuta i pazienti a imparare il contatto visivo e i tempi necessari per supportare la voce femminile. Sottoporsi a terapia vocale e comunicativa può anche aiutare i pazienti ad abituarsi alla loro nuova gamma di toni e alla voce transgender, nonché ad apprendere le caratteristiche vocali che la voce femminile ha.

Nota: di solito è necessaria solo una settimana di assenza dal lavoro se il paziente può seguire le restrizioni vocali mentre è al lavoro. Se la voce del paziente è necessaria al lavoro, è necessario un minimo di due settimane per garantire una corretta guarigione.

Chirurgia vocale da femmina a maschio (FTM) / mascolinizzazione vocale

Femminilizzazione Vocale

La chirurgia vocale transgender può essere eseguita per gli uomini transgender che cercano di abbassare il tono vocale per renderlo più maschile. Questo di solito è considerato se i pazienti sono insoddisfatti dei cambiamenti alla loro voce usando solo la terapia ormonale maschile.

Il processo preoperatorio è simile. I pazienti devono sottoporsi a una videolaringostroscopia per essere in grado di tracciare il modo migliore per raggiungere i loro obiettivi attraverso la chirurgia e la terapia vocale.

Per aiutare i pazienti a ottenere una voce più bassa, la massa delle corde vocali viene aumentata utilizzando un’iniezione intra-corda di materiali biocompatibili. Questo aumento di massa aiuta a ridurre la frequenza vocale fondamentale.

Di solito, un’iniezione di materiale biocompatibile (grasso autologo o idrossilapatite a seconda di ogni singolo caso) è sufficiente per raggiungere il tono inferiore desiderato. Tuttavia, ogni paziente è unico e questo potrebbe essere diverso. L’operazione non è permanente e potrebbe essere necessario ripeterla dopo diversi anni.

L’operazione FTM viene eseguita con anestesia generale. Dura circa 20-30 minuti. I pazienti non avvertono dolore postoperatorio e non hanno restrizioni alimentari dopo l’intervento chirurgico.

Dopo l’operazione, i pazienti devono rimanere in silenzio per 2 giorni. Quindi verrà condotta una seconda videolaringostroboscopia per valutare i risultati. Quando questo è completato, i pazienti procedono con la logopedia.

Logopedia

Una volta completata la procedura di femminilizzazione o mascolinizzazione della voce, è necessaria la logopedia per garantire risultati ottimali a lungo termine. Avere un tono più vicino all’identità di genere di un paziente è responsabilizzante ma, senza un’adeguata logopedia, i pazienti potrebbero non capire appieno come usare la loro nuova voce.

La logopedia aiuta i pazienti a comunicare naturalmente con le loro voci nuove e autentiche. I terapisti aiutano i pazienti a imparare modi corretti per bilanciare la frequenza di controllo, il tono, l’intonazione e la risonanza attraverso esercizi che includono regolazioni della postura, espressioni facciali e persino esercizi di respirazione. Gli esercizi di solito possono essere fatti in soli 10 minuti al giorno.

Attraverso questi esercizi guidati e valutazioni, i pazienti imparano a capire meglio il loro nuovo tono vocale, come funziona la loro voce e come possono utilizzare meglio il loro nuovo tono. Inoltre, la terapia potrebbe anche aiutare i pazienti a imparare modelli di comunicazione non verbale.

Programmi di formazione vocale in Thailandia

Abbiamo logopedisti completamente addestrati pronti a lavorare con pazienti transgender thailandesi. I modelli di voce e linguaggio di ciascun paziente saranno valutati una settimana prima della chirurgia di femminilizzazione o mascolinizzazione della voce. In queste sessioni pre-operatorie, i terapisti aiuteranno i pazienti a tracciare un percorso in avanti con i loro chirurghi.

Dopo la procedura, i pazienti incontrano nuovamente logopedisti per valutare nuove funzioni delle corde vocali e del linguaggio. I pazienti devono frequentare la logopedia per almeno 2-4 settimane dopo l’intervento. Ai pazienti vengono inoltre somministrati esercizi quotidiani da fare da soli in tandem con la terapia.

I follow-up mensili saranno organizzati online per garantire progressi costanti.

    (Email, WhatsApp, FB, IG, cellulare)
    Thank you!
    Your submission has been received!
    Oops! Something went wrong while submitting the form.

    Latest Blog Articles

    Cosa succede dopo l'intervento chirurgico di femminilizzazione vocale?
    Cosa affronterà il logopedista?
    Che cos'è il turismo medico?
    Transgender Thailand accetta turisti medici?
    La chirurgia della femminilizzazione vocale può aiutare le donne transgender?