Assistenza gratuita per interventi chirurgici. Pagamenti effettuati direttamente in ospedale.

Tecniche di mastectomia, procedure, recupero e assistenza post-operatoria

Tecniche di mastectomia, procedure, recupero e assistenza post-operatoria

Tecniche di mastectomia, procedure, recupero e assistenza post-operatoria

Qual è la procedura di mastectomia?

La chirurgia della mastectomia è un intervento chirurgico comune per il cancro al seno eseguito da medici di tutto il mondo. Tuttavia, FTM Top Surgery può essere utilizzato anche su pazienti transgender.

La chirurgia FTM è quando il tessuto mammario viene rimosso. È più comunemente fatto per prevenire la diffusione o la progressione delle cellule tumorali. Alcuni pazienti che risultano positivi al gene del cancro al seno subiscono mastectomia totale o rimozione del seno come misura preventiva.

Per gli uomini transgender, una mastectomia è un intervento chirurgico di alto livello popolare nel viaggio di trasformazione. Attraverso la chirurgia della mastectomia, i pazienti transgender rimuovono il tessuto mammario e la pelle in eccesso.

Un chirurgo plastico altamente qualificato è necessario per la chirurgia mastectomia da femmina a maschio. Questo perché la procedura non è solo quella di rimuovere il seno, ma anche di creare un torace piatto completamente sensibile che abbia cicatrici minime o nulle.

Un operatore sanitario è inoltre tenuto a garantire che i capezzoli e le areole siano sufficientemente dimensionati, modellati e distanziati. In alcuni casi, sono già bilanciati dopo la massa mammaria iniziale e la rimozione della pelle. In altri casi, tuttavia, devono essere ridotti o riposizionati per avvicinarsi meglio a un petto più maschile.

Mastectomia

Qual è la procedura di mastectomia?

La chirurgia della mastectomia è quando il tessuto da uno o entrambi i seni viene rimosso chirurgicamente. È più comunemente fatto per prevenire la diffusione o la progressione del cancro al seno. Alcuni pazienti che risultano positivi al gene del cancro al seno subiscono la mastectomia come misura preventiva.

Per gli uomini transgender, una mastectomia è un intervento chirurgico di alto livello popolare nel viaggio di trasformazione. Attraverso la chirurgia della mastectomia, i pazienti transgender rimuovono il tessuto mammario e la pelle in eccesso.

Un chirurgo plastico altamente qualificato è necessario per la chirurgia mastectomia da femmina a maschio. Questo perché la procedura non è solo quella di rimuovere il seno, ma anche di creare un torace piatto completamente sensibile che abbia cicatrici minime o nulle.

È inoltre necessario un chirurgo qualificato per garantire che i capezzoli e le areole siano sufficientemente dimensionati, modellati e distanziati. In alcuni casi, sono già bilanciati dopo la massa mammaria iniziale e la rimozione della pelle. In altri casi, tuttavia, devono essere ridotti o riposizionati per avvicinarsi meglio a un petto più maschile.

Mastectomia/Tecniche di chirurgia superiore

Esistono diversi tipi di tecniche utilizzate per la mastectomia. Una consultazione con il paziente insieme a un esame fisico aiuterà a determinare quale tecnica sarebbe più vantaggiosa.

  • Tecnica periareolare (tecnica cicatrice a forma di U) – Questa procedura è meglio utilizzata su piccoli seni che mostrano una buona elasticità della pelle. Il chirurgo crea un’incisione a forma di “U”. La massa mammaria viene rimossa con cicatrici minime.
  • Tecnica concentrica (tecnica a forma di O ) – Questa è la tecnica utilizzata per seni di medie dimensioni (di solito coppe B) che hanno una buona elasticità. In questa tecnica, la massa mammaria viene rimossa attraverso una singola incisione a forma di O. La pelle viene accuratamente raccolta e una cicatrice minima viene lasciata proprio intorno all’areola.
  • Mastectomia a doppia incisione con innesto di capezzoli – Questa è la procedura che i chirurghi usano per i seni più grandi che richiedono una mastectomia completa insieme alla rimozione dei capezzoli e al re-innesto dei capezzoli nel posto giusto. Mentre questa tecnica può influire sulla sensibilità del capezzolo, purtroppo è l’unica procedura per quelli con seni più grandi.
Mastectomia

Il chirurgo plastico dovrà fare un esame fisico approfondito di ciascun paziente per determinare quale opzione chirurgica utilizzare. Mentre cercano di ridurre al minimo le cicatrici, a volte non avranno scelta sulle tecniche chirurgiche a causa delle limitazioni fisiche delle pazienti (es: grandi dimensioni del seno, posizionamento dei capezzoli, ecc.).

È importante notare che oltre alle dimensioni del seno, anche l’elasticità della pelle svolge un ruolo importante nel determinare quale procedura utilizzerà un chirurgo e il successo complessivo dell’operazione.

La mastectomia viene eseguita in anestesia?

Indipendentemente dalla tecnica chirurgica scelta dal chirurgo, tutte le operazioni di mastectomia vengono eseguite in anestesia generale e di solito richiedono circa 2-3 ore. Il medico spiegherà ulteriormente se ci sono considerazioni speciali per paziente.

Quando è necessaria la mastectomia?

Mentre la chirurgia superiore della mastectomia non è necessariamente un requisito per tutti i transmen, molti optano per esso perché sono stanchi di legarsi o trovano doloroso il legame. Altri pazienti optano per la mastectomia perché semplicemente non pensano che il legame funzioni per loro. Poiché questo è un fattore importante nel determinare il genere, la mastectomia tende a classificarsi in alto nella lista delle priorità chirurgiche per i pazienti di sesso femminile-maschile.

Cosa posso fare per ridurre al minimo le cicatrici?

Indipendentemente dalla procedura di mastectomia eseguita, sarà necessaria una cura post-operatoria per aiutare a ridurre le cicatrici. Ci sono diversi modi in cui i pazienti possono aiutare a ridurre le possibilità di cicatrici dopo l’operazione, tra cui evitare di esporre l’area alla luce solare per diversi mesi per ridurre al minimo l’iperpigmentazione e la guarigione stentata.

È necessaria una degenza ospedaliera per la mastectomia?

La mastectomia richiede una degenza ospedaliera per l’osservazione e le cure mediche post-operatorie. La lunghezza dipende dal paziente, dalla sua procedura, dalla sua salute fisica e da altri fattori.

Quando posso fare di nuovo le mie normali attività dopo la mastectomia?

L’attività dopo la mastectomia dovrebbe essere limitata. L’attività leggera può essere tollerata, ma qualsiasi cosa faticosa o faticosa dovrebbe essere evitata per un minimo di 4-6 settimane dopo l’intervento chirurgico se la guarigione procede bene e solo con il consenso del medico.

Saranno necessari appuntamenti di follow-up a lungo termine?

La mastectomia è generalmente una procedura comune e i risultati sono spesso molto buoni. Raramente ci sono complicazioni e quasi nessuna che richiederebbe cure mediche a lungo termine. Mentre alcuni follow-up generali sono necessari subito dopo la procedura, solo alcuni controlli di avanzamento saranno necessari dopo.

I chirurghi sono sempre disponibili per qualsiasi domanda e preoccupazione che i pazienti possono avere sulle loro mastectomie.

Chi è un buon candidato per la mastectomia da femmina a maschio?

Poiché la mastectomia è una procedura relativamente semplice e i requisiti per essere un buon candidato non sono così ampi.

  • Transman
  • Fisicamente sano
  • Aspettative gestite con il chirurgo
  • Deve avere più di 18 anni

Preparazione per chirurgia superiore o mastectomia

Prima che un paziente subisca un intervento chirurgico di mastectomia, deve sottoporsi ai seguenti preparativi:

  • Una consultazione con il chirurgo per garantire che il paziente sia un buon candidato per la chirurgia della mastectomia.
  • I pazienti devono anche avere un esame fisico completo per escludere eventuali condizioni di salute potenziali che possono influire sull’intervento chirurgico.
  • Non fumare per un minimo di 2 settimane prima dell’intervento chirurgico
  • Tutti i farmaci che fluidificano il sangue come l’aspirina, l’ibuprofene, gli ormoni e alcuni integratori devono essere interrotti 2 settimane prima dell’intervento.

Come viene eseguita la mastectomia?

La chirurgia della mastectomia è di routine e completata in circa 4 passaggi.

  • Paziente da sottoporre ad anestesia generale.
  • Il chirurgo apre il seno con un’incisione nell’area predeterminata per rimuovere il tessuto mammario e appiattire efficacemente il torace.
  • La pelle in eccesso viene quindi resecata e i capezzoli e l’areola vengono regolati e manipolati secondo necessità per imitare un torace maschile.
  • La pelle è suturata e chiusa.

Cura post-operatoria per mastectomia

Le cure postoperatorie per un intervento chirurgico di mastectomia iniziano in ospedale e continuano a casa. I pazienti devono aspettarsi i seguenti requisiti per un pieno recupero.

  • Un soggiorno di 2-5 notti in ospedale è richiesto dopo la procedura a seconda del paziente.
  • I pazienti devono mantenere la ferita pulita e asciutta.
  • I farmaci antidolorifici possono essere utilizzati per la gestione del dolore, se necessario.
  • I pazienti devono organizzare e mantenere gli appuntamenti di follow-up 7 giorni dopo l’intervento chirurgico e 14 giorni dopo l’intervento chirurgico.
  • I punti vengono solitamente rimossi 7 giorni dopo la mastectomia.
  • I pazienti devono utilizzare strumenti di legatura e compressione per prevenire il gonfiore e aiutare a regolare la forma del torace. Questi devono essere utilizzati per un minimo di 3 mesi fino a 6 mesi per risultati ottimali.

Rischi associati alla mastectomia da femmina a maschio

I rischi sono minimi, ma alcune complicazioni a cui prestare attenzione includono:

  • Sanguinante
  • Infezione
  • Necrosi dei capezzoli. Questo è molto raro. A volte l’afflusso di sangue compromesso ai capezzoli può contribuire alla necrosi del capezzolo o gli innesti di capezzoli non prendono.
  • Perdita di sensibilità nei capezzoli e areolari
  • Intorpidimento del capezzolo
  • Guarigione scarsa o incompleta
  • Dolore (gestito con antidolorifici)
  • Guarigione delle cicatrici. In genere le cicatrici intorno all’areola guariscono rapidamente e completamente. Eventuali cicatrici da incisioni sotto il seno possono richiedere più tempo per guarire e svanire. In casi molto rari in cui rimane un tessuto residuo può verificarsi una deformità e dovrà essere rimosso.
  • Rischi associati all’anestesia

Tempo di recupero per l’intervento di mastectomia?

Il recupero della mastectomia dipende dalla tecnica utilizzata e dalla salute fisica e dal benessere generale del paziente. . In alcuni casi, il medico può richiedere al paziente di rimanere nella stanza di recupero per almeno due notti.

La maggior parte può tornare al lavoro 2 settimane dopo l’intervento chirurgico. Ci sarà qualche disagio, ma il gonfiore dovrebbe risolversi entro circa 3 settimane.

La guarigione completa di solito avviene tra 4 mesi e 6 mesi dopo la procedura. I pazienti devono avvicinarsi alle attività fisiche con cautela e consultare il proprio medico prima di tornare a esercizi o sport intensi.

Perché scegliere la Thailandia come destinazione per la chirurgia plastica?

Nel complesso, la Thailandia è una società aperta e accogliente per le persone transgender e questo ha permesso agli ospedali per la trasformazione di genere di prosperare e crescere. Le strutture in Thailandia offrono trattamenti di prima classe, tecnologia all’avanguardia e chirurghi di livello mondiale che eseguono centinaia di interventi di mastectomia all’anno.

Inoltre, la Thailandia ha un altro grande vantaggio come destinazione altamente competitiva per gli interventi chirurgici di mastectomia poiché è anche meno costosa rispetto ad altre destinazioni. Ottieni ancora i migliori trattamenti e strutture, ma paghi meno.

Prima e dopo
Vedi Foto da femmina a maschio - Mastectomia

    (Email, WhatsApp, FB, IG, cellulare)
    Thank you!
    Your submission has been received!
    Oops! Something went wrong while submitting the form.

    Latest Blog Articles

    Cos'è la mastectomia radicale modificata?
    Cos'è una mastectomia che risparmia la pelle?
    Cos'è una mastectomia che risparmia il capezzolo?
    Qual è la differenza tra lumpectomia e mastectomia?