Assistenza gratuita per interventi chirurgici. Pagamenti effettuati direttamente in ospedale.

MTF Chirurgia del fondo maschile a femminile: vaginoplastica

Procedure di vaginoplastica, tecniche, vantaggi, recupero e rischi

Procedure di vaginoplastica, tecniche, vantaggi, recupero e rischi

Nascere con un corpo che non senti come tuo può essere la fonte di traumi significativi, infelicità e conflitti per tutta la vita. Se senti che avresti dovuto nascere in un corpo femminile e tuttavia sei nel corpo di un maschio, potresti sentirti intrappolato, indifeso e in malafede.

Questi sentimenti di disforia di genere non migliorano o diminuiscono nel tempo. Di solito peggiorano. E mentre le persone attraversano la vita giorno per giorno in un genere che non mostra il vero te, la tua salute mentale continuerà a soffrire fino a quando la transizione di genere non sarà l’unica opzione praticabile per essere in grado di vivere veramente.

Fortunatamente, questo tipo di chirurgia di conferma del genere è ora disponibile per le persone che vogliono trovare il loro vero sé e vivere secondo la loro identità di genere.

La chirurgia di riassegnazione del sesso (SRS) è di solito il passo definitivo nel processo di transizione di genere dopo le terapie preoperatorie. Una volta completati gli interventi chirurgici, la trasformazione può sembrare di rinascere nella vita che dovevi veramente vivere.

A Transgender Thailand, offriamo l’intera gamma di interventi chirurgici di affermazione di genere, tra cui la rimozione del tessuto mammario e l’inserimento di una protesi peniena, adatta a tutti per mano di professionisti qualificati con anni di competenza ed esperienza.

Vaginoplastica

Procedure di riassegnazione del sesso (FTM Bottom Surgery Process)

Prima di entrare nelle procedure chirurgiche di affermazione di genere, tieni presente che la chirurgia è possibile solo dopo aver subito una terapia ormonale. Consultare un operatore sanitario per ulteriori informazioni sulla terapia ormonale.

SRS – 1 Vaginoplastica (senza profondità vaginale):

La procedura di vaginoplastica senza profondità vaginale comporta l’utilizzo della pelle scrotale e del pene di un paziente per costruire genitali femminili esterni. Ciò include le labbra interne, le labbra esterne, il neoclitoride, il cappuccio clitorideo e l’uretra femminile.

La vaginoplastica senza profondità vaginale è ideale per i pazienti che non richiedono penetrazione vaginale per i rapporti sessuali. È anche un bene per i pazienti che non vogliono sottoporsi a regolare dilatazione vaginale e mantenimento della doccia vaginale.

Alla fine di questa procedura, la vagina assomiglia completamente a una vagina naturale meno il canale vaginale.

Vaginoplastica

SRS-2A Vaginoplastica con inversione della pelle del pene:

La vaginoplastica con inversione cutanea del pene, è stata la tecnica più conosciuta e utilizzata in passato, fino a quando non sono emerse nuove tecnologie. La procedura di inversione della pelle del pene comporta l’inversione della pelle del pene per creare il canale vaginale e la vagina esterna. È una procedura relativamente breve che dura circa 4 ore.

Tuttavia, questo metodo non è per tutti i pazienti. Non è consigliabile per i pazienti con pelle del pene carente in quanto si tradurrà in una vagina che potrebbe essere troppo superficiale

SRS-2B Vaginoplastica con innesto cutaneo scrotale:

Questo tipo di vaginoplastica utilizza la pelle che copre il pene per creare le labbra interne ed esterne mentre parti del glande vengono utilizzate per costruire il neoclitoride. Un innesto di pelle scrotale viene quindi utilizzato per creare il canale vaginale. Questa procedura crea una vagina funzionale più profonda.

Nel caso in cui il paziente abbia una carenza di pelle scrotale e la profondità vaginale non sia soddisfacente, il chirurgo plastico può prendere in considerazione un innesto cutaneo da diverse parti del corpo, tra cui l’inguine o l’addome inferiore per contribuire ad aumentare la profondità vaginale.

Questa operazione dura generalmente tra le 4-6 ore.

SRS-3 Sigmoideo Colon Vaginoplastica:

Questa procedura che utilizza il colon sigmoideo conferisce alla vagina una profondità significativa e la capacità di autolubrificarsi. Ci sono due opzioni per questo tipo di chirurgia:

  • Metodo aperto – In questa tecnica, il colon sigmoideo viene tagliato come un lembo peduncolare con il fascio neurovascolare intatto. Questo viene fatto attraverso una bassa incisione addominale trasversale sulla linea del bikini. Il resto del colon viene quindi ricollegato per garantire che l’intestino crasso sia normale e separato dalla nuova neovagina sigmoideo. Il tempo di intervento dura circa 5-6 ore.
  • Tecnica laparoscopica – In questa tecnica, il colon sigmoideo viene raccolto attraverso 4 piccole incisioni microscopiche. Il colon viene quindi ricollegato con strumenti di cucitura. Il colon sigmoideo è chiuso all’estremità superiore e tirato attraverso il canale neo-vaginale e ricollegato all’apertura neovagionale. Questa procedura dura circa 6 ore.

I vantaggi della vaginoplastica del colon sigmoideo sono:

  • È ideale per i pazienti che hanno già subito un intervento chirurgico di riassegnazione del sesso.
  • Questa procedura funziona per quelli con pene carente e pelle scrotale
  • Con questa procedura, la vagina sarà autolubrificata.
  • La lunghezza della vagina costruita chirurgicamente può essere predeterminata.

Gli svantaggi includono:

  • Per la tecnica aperta, ci sarà una cicatrice visibile di 8 cm bikini.
  • L’intervento chirurgico è più complicato in quanto richiede il taglio di una parte del colon. A causa di ciò, il colon deve essere pulito tramite un clistere un giorno prima dell’intervento chirurgico.
  • I pazienti possono soffrire di indigestione o dispepsia per alcuni giorni dopo la procedura.
  • Sia la tecnica aperta che quella laparoscopica non possono essere eseguite in quei pazienti che hanno un addome grasso o che sono in sovrappeso.
  • Potrebbe esserci un odore sgradevole se la pulizia quotidiana del canale vaginale non viene eseguita adeguatamente.

Cura post-operatoria per il colon sSRS-Sigmoideo:

  • I pazienti non possono mangiare o bere per circa 2 o 3 giorni fino a quando l’intestino non funziona di nuovo. Nel frattempo, i fluidi per via endovenosa forniranno nutrimento.
  • I pazienti devono evitare quantità eccessive o grandi di cibo nel primo mese.
  • Le normali attività quotidiane leggere possono essere riprese dopo 3 settimane dopo l’intervento mentre attività faticose come corsa, allenamento con i pesi, nuoto ecc., Possono essere riprese 3 mesi dopo l’intervento.

SRS-4 Revisione Vaginoplastica:

Una revisione della vaginoplastica è necessaria quando la vaginoplastica primaria ha lasciato i pazienti insoddisfatti della sua profondità o del suo risultato generale, o per i pazienti che desiderano passare a tecniche più recenti come la tecnica di vaginoplastica penile-peritoneale (PPV). Con la chirurgia PPV, una paziente beneficerà di un canale vaginale autolubrificante, di una buona elasticità delle pareti vaginali e della sensazione generale e dell’aspetto, quasi indistinguibili da una vagina biologica.

SRS-5 PPV Vaginoplastica peritoneale del pene:

Questa è la procedura più avanzata e innovativa che utilizza il tessuto peritoneale che riveste l’addome. Questo tessuto è il più simile a quello della vagina: è elastico e autolubrifica. Inoltre non ha l’odore a volte associato alla chirurgia della vaginoplastica del colon sigmoideo. Con PPV, i pazienti inoltre non richiedono una dilatazione regolare.

PPV utilizza una piccola quantità di inversione del pene combinata con una tecnica di pull-through del peritoneo che crea il canale neovaginale. Le labbra e la vagina visibile sono create utilizzando la tecnica di inversione della pelle del pene mentre il canale vaginale interno è realizzato utilizzando tessuto peritoneale.

L’unico inconveniente di questo trattamento rivoluzionario è che non ci sono dati a lungo termine sui pazienti trans che hanno avuto questo intervento chirurgico effettuato. Attualmente i dati disponibili mostrano che l’unica differenza tra donne trans e donne cis dopo questa procedura è la mancanza degli organi femminili interni.

PPV non è solo la tecnica più innovativa e avanzata per creare una vagina realistica e funzionale, ma è anche una buona opzione come chirurgia di revisione per pazienti che hanno avuto procedure di riassegnazione del sesso da maschio a femmina altrove, ma erano infelici o insoddisfatti dei risultati. È anche buono per i pazienti che vogliono passare a una vagina più funzionale e naturale.

I medici partner della Thailandia transgender sono tra i pochi chirurghi che eseguono questa tecnica e hanno un record di risultati di grande successo. L’intervento chirurgico di solito richiede tra 5 e 6 ore e richiede un ricovero ospedaliero di 7 notti e un tempo di recupero raccomandato in Thailandia di 3 o 4 settimane.

I vantaggi di questa procedura sono:

  • Il PPV SRS può essere una ricostruzione neovaginale primaria o secondaria.
  • T può essere eseguita in pazienti che hanno subito precedenti procedure SRS ma hanno sperimentato perdita di profondità o funzione, o in pazienti che desiderano passare a una vagina più naturale con meno manutenzione.
  • Le vagine PPV hanno un lubrificante naturale senza l’odore associato alle procedure del colon sigmoideo.
  • La vagina ha meno probabilità di restringersi o prolasso.
  • Ci sono meno rischi per le funzioni intestinali.
  • Il tessuto peritoneale è altamente elastico, il che significa che la vagina creata chirurgicamente non richiederà dilatazione dopo un anno dopo la procedura.
  • Il recupero è significativamente più veloce della colon-vaginoplastica e dell’inversione del pene.
  • Nessuna cicatrice visibile sulla vagina ma 4 piccoli buchi della serratura laparoscopici
  • La tecnica del pull-through peritoneale è stata utilizzata su donne cisgender per anni ed è ben documentata e compresa.

Gli svantaggi includono:

  • I pazienti avranno bisogno di 3-6 sessioni di trattamento di depilazione che copre 5cmx6cm alla base del pene prima dell’operazione.
  • I pazienti possono manifestare dispepsia o sintomi di indigestione.
  • La tecnica non è adatta a coloro che sono in sovrappeso o hanno addomi grassi.
  • In rari casi complicati, il chirurgo dovrà passare dalla tecnica laparoscopica, a una procedura aperta o alla chirurgia del colon sigmoideo.

Questa procedura che utilizza il colon sigmoideo conferisce alla vagina una profondità significativa e la capacità di autolubrificarsi. Ci sono due opzioni per questo tipo di chirurgia:

Funzione sessuale e sensazione nelle tecniche SRS

I chirurghi del partner di TransgenderThailandia, usano tecniche per identificare attentamente e preservare tutti i nervi dal glande del pene, creando 5 punti di eccitazione sessuale:

  • Il neoclitoride
  • I lati interni delle piccole labbra, dove si trovano ulteriori terminazioni nervose dal tronco nervoso
  • La cresta bilaterale della piastra neo uretrale, creata dalla gonna del glande del pene contenente la terminazione nervosa.
  • Le ghiandole bulbourethral davanti alle ghiandole prostatiche, contenenti la terminazione nervosa e la secrezione mucosa
  • Il “punto G”, situato nella parte più bassa delle ghiandole prostatiche che consistono in terminazioni nervose sensoriali.
Vaginoplastica

Guida alle cure post-operatorie:

SRS (senza due punti):

I seguenti passaggi dovrebbero essere mantenuti per una guarigione completa e di successo:

  • Dopo l’intervento chirurgico, per i primi giorni, i pazienti non devono assumere cibi e bevande ricchi di fibre in quanto questi possono innescare l’escrezione dei rifiuti che dovrebbe essere evitata il più possibile per prevenire la contaminazione della ferita.
  • Immediatamente dopo l’intervento chirurgico, per 2 giorni, i pazienti devono sdraiarsi sulla schiena e tenere i fianchi sollevati con le gambe leggermente separate per aiutare a ridurre il gonfiore.
  • Dopo 3 giorni, i pazienti possono dormire su un fianco.
  • 3 giorni dopo l’intervento, il medico rimuoverà il tubo drenante e vestirà la ferita.
  • I pazienti che hanno optato per SRS con innesto cutaneo devono rimanere a letto fino al sesto giorno in cui il catetere urinario verrà rimosso.
  • I pazienti avranno bisogno di dilatazione vaginale per mantenere larghezza e profondità. Questo sarà fatto almeno due volte al giorno per 1 ora. Questo può essere fatto con l’aiuto delle infermiere, fino alla partenza dei pazienti nei loro paesi d’origine.
  • I pazienti devono mantenere la ferita pulita.
  • I pazienti devono astenersi dal rapporto sessuale per un minimo di 3 mesi.
  • I pazienti devono mantenere appuntamenti regolari con il medico una volta alla settimana fino alla loro partenza, per garantire risultati di successo a lungo termine.

SRS (colon sigmoideo):

  • I pazienti non saranno in grado di mangiare o bere fino a quando l’intestino non recupera la sua funzione, di solito 3 giorni. Il fluido per via endovenosa viene utilizzato per il nutrimento.
  • I pazienti devono evitare di mangiare troppo per almeno un mese.
  • I pazienti possono riprendere le attività leggere 3 settimane dopo l’intervento chirurgico e possono riprendere le normali attività quotidiane 3 mesi dopo l’intervento.

Criteri chirurgici di riassegnazione del sesso da maschio a femmina (basati sul Consiglio medico della Thailandia)

  • I pazienti devono avere 20 anni. In caso contrario, è necessaria l’autorizzazione dei genitori o dei tutori legali prima dell’intervento chirurgico.
  • È necessaria una terapia ormonale di almeno 1 anno.
  • I sentimenti femminili finché vivono una vita da donna sono una condizione predeterminata per eseguire l’intervento chirurgico di riassegnazione del sesso.
  • I pazienti dovranno sottoporsi a un test psichiatrico obbligatorio da parte di uno psichiatra tailandese certificato per confermare la disforia di genere.
  • I pazienti devono essere fisicamente in forma e in buona salute generale.

Rischi e possibili complicanze della chirurgia di riassegnazione maschio-femmina:

Le procedure SRS sono sicure, ma i pazienti devono essere consapevoli delle potenziali complicanze degli interventi chirurgici di riassegnazione del sesso da maschio a femmina.

Le complicazioni rare includono:

  • Gonfiore
  • Ecchimosi
  • Sanguinante
  • Ematoma
  • Infezione
  • Guarigione da lenta a scarsa
  • Necrosi del lembo

Complicanze molto rare (nell’1 < % dei pazienti)

  • Stenosi uretrale
  • Diminuzione della sensibilità
  • Trombosi venosa profonda
  • Rischio da anestesia
  • Fistola retto-vaginale

Ci sono anche alcuni risultati potenzialmente sfavorevoli che possono verificarsi quando la cura post-operatoria non viene seguita.

Perché scegliere la Thailandia come destinazione per la chirurgia plastica?

Nel complesso, la Thailandia è una società aperta e accogliente per le donne transgender e gli uomini transgender e questo ha permesso agli ospedali per la trasformazione di genere di prosperare e crescere. Le strutture in Thailandia offrono trattamenti di prima classe, tecnologia all’avanguardia e chirurghi di livello mondiale che eseguono centinaia di interventi chirurgici SRS all’anno.

Inoltre, la Thailandia ha un altro grande vantaggio come destinazione altamente competitiva per gli interventi chirurgici di riassegnazione in quanto è anche meno costosa rispetto ad altre destinazioni. Ottieni ancora i migliori trattamenti e strutture, ma paghi meno.

Prima e dopo
Vedi le foto della chirurgia di riassegnazione del sesso da maschio a femmina

    (Email, WhatsApp, FB, IG, cellulare)
    Thank you!
    Your submission has been received!
    Oops! Something went wrong while submitting the form.

    Latest Blog Articles

    Avrò bisogno di una terapia ormonale prima dell'intervento chirurgico e per quanto tempo?
    Oltre alla terapia ormonale, cos'altro mi serve prima della procedura?
    Quando posso sottopormi all'intervento chirurgico?
    Come funziona la chirurgia da maschio a femmina?
    Come funziona la chirurgia da maschio a femmina?
    Puoi passare completamente da un maschio a una femmina?
    Come sarebbe il risultato finale?