Assistenza gratuita per interventi chirurgici. Pagamenti effettuati direttamente in ospedale.
Salute e benessere

Autoaccettazione transgender

Louise D.

È diverso per le persone trans?

Non esattamente diverso. Le cose che devi accettare su te stesso potrebbero essere leggermente diverse da una persona cisgender, ma il processo e il risultato tendono ad essere per lo più simili.

L'accettazione di sé è una pietra angolare del benessere, non solo per le persone transgender ma per chiunque. Tuttavia, quando si esamina in modo specifico l'accettazione di sé nella comunità transgender, un ottimo punto di partenza è stabilire se stai ancora mettendo in discussione la tua identità di genere o se hai fatto i conti con la tua identità di genere unica.

Un viaggio

Accettarsi non è sempre facile e spesso è un viaggio a sé stante. Quando hai a che fare con bassi livelli di fiducia, quando il tuo corpo si sente sbagliato, quando il tuo futuro non è chiaro, ecc., il pensiero di dover abbracciare te stesso può essere piuttosto scoraggiante. Ma non disperare; il modo migliore per affrontare questo viaggio è un passo alla volta. In definitiva, non esiste un modo sbagliato per farlo, ma suddividere le cose in passaggi molto più piccoli e prendere come un momento alla volta può essere un primo passo utile.

Bocconcini a grandezza naturale

Cercare di affrontare tutto in una volta è troppo opprimente, anche per le persone che non sono trans o non binarie. Potrebbe aiutare a rendersi conto che le persone cisgender spesso lottano anche con il modo in cui vedono se stesse, e spesso ci sono cose nella vita di una persona cisgender che faticano ad accettare. Potrebbe aiutarti a capire che il viaggio di accettazione di te stesso per quello che sei è abbastanza normale e ci sono molte persone che stanno lottando allo stesso modo.

Specifico per la Trans Community

Quando esplori l'auto-miglioramento e l'accettazione di sé come persona transgender, potresti trarre vantaggio dall'avere familiarità con le storie di altre persone transgender e anche familiarizzare con la terminologia relativa all'identità e all'orientamento. Capire cosa potrebbe riservare il futuro o essere in grado di dare un senso ai sentimenti che hai provato in passato può essere di grande aiuto.

Fornitori di assistenza sanitaria mentale e autostima

La lotta con l'auto-accettazione e l'autostima può essere difficile da affrontare da soli e potrebbe essere una buona idea cercare una guida professionale. Gli psicologi sono appositamente formati per aiutare le persone a praticare l'auto-compassione, il perdono di sé e ad affrontare qualsiasi esperienza traumatica del tuo passato.

Inoltre, oltre a prendersi cura del tuo benessere psicologico, uno psicologo può anche aiutarti a stabilire se sei transgender e se vuoi passare, o in che modo vuoi passare. Alcuni hanno una comprensione approfondita di come funziona la transizione e quali opzioni sono disponibili.

Inoltre, soprattutto se sei ancora minorenne, uno psicologo può aiutarti a parlare con i tuoi genitori, sia durante una sessione condivisa, sia preparandoti a parlare con loro da solo.

Il concetto di autoaccettazione incondizionata

Quando lo scomponi, probabilmente scoprirai che tutta l'accettazione di sé è incondizionata, ma recentemente i terapeuti hanno usato il termine "accettazione incondizionata di sé" per evidenziare l'importanza che sia incondizionata in primo luogo.

La base fondamentale dell'autoaccettazione incondizionata è non rimanere bloccati nel passato e anche capire che sei separato dalle tue qualità e azioni individuali. Significa che sei consapevole degli aspetti sia negativi che positivi di te stesso, ma non ti giudichi in base a questi aspetti.

Uno dei primi passi significativi verso l'accettazione di sé è non vedersi come una vittima. Se ti identifichi come una vittima, le tue emozioni negative continueranno a superare i tuoi progressi verso la vera accettazione di te stesso e il perdono di te stesso. È anche una posizione che ti depotenzia.

È un passo cruciale per auto-potenziarsi nella tua vita per rendersi conto che hai bisogno di aiuto e poi cercare aiuto e accettare quando viene offerto. Ricorda che la terapia è lì per il tuo beneficio e può essere molto liberatorio toglierti le cose dal petto e avere uno spazio sicuro per lavorare su questioni difficili.

La relazione tra un terapeuta e un paziente è altamente confidenziale e ciò che viene discusso in terapia non viene divulgato ad altri. Ciò significa che una sessione di terapia può essere il solido terreno di cui hai bisogno per ancorarti in un momento della tua vita che è altrimenti afflitto da mare agitato.

Autocritica vs. dialogo interiore negativo

Rimani il tuo peggior critico, ed è qui che entra in gioco il dialogo interiore. La differenza tra questi due concetti è nella migliore delle ipotesi oscura, ma sono nettamente diversi. Il self-talk deriva dalla critica del "sé" (un termine terapeutico che si riferisce a come ti vedi).

Si comprende meglio in questo modo: la critica apre la strada al dialogo interiore. Se ti senti critico con te stesso, il tuo dialogo interiore rifletterà questo. Se la tua critica a te stesso è positiva o costruttiva, allora il tuo dialogo interiore sarà molto più focalizzato sull'affermazione globale.

Il dialogo interiore è una retorica attiva che scorre nella tua mente ed è diretta verso l'interno. È una delle componenti principali della depressione, ma può essere affrontata anche attraverso tecniche terapeutiche e comportamentali. Esempi di questo tipo di dialogo interiore negativo includono cose come:

“Sono inutile”, “Non posso fare niente di buono”, “Sono un fallito”.

La tecnica terapeutica più comune che viene insegnata per combattere questo è trasformare quelle cose brutte in un primo passo che può avere un esito positivo. Per esempio:

"Farò meglio la prossima volta", "Questa volta non ho capito bene, ma mi eserciterò e proverò di nuovo più tardi", "Ultimamente ho lottato con questo e devo lavorare per migliorarlo".

Questo aiuta soprattutto le persone che hanno ancora difficoltà ad accettare se stesse e sperimentano molti dubbi in se stessi. Non è un'affermazione del tutto positiva, ma la sua negatività non è una “finalità”; c'è spazio per il miglioramento, spazio per muoversi verso l'accettazione di sé.

Qualsiasi cambiamento di questo tipo richiederà tempo e non può essere affrettato. È l'esercizio di accettazione di sé più elementare ed è ampiamente utilizzato per migliorare la bassa accettazione di sé attraverso la pratica dell'autocompassione. È spesso combinato con l'inserimento nel diario che aiuta ulteriormente le persone a riordinare i propri sentimenti e a metterli in parole. Inoltre, l'inserimento nel diario ti aiuterà a vivere il momento e a capire dove devi concentrarti in questo momento.

Il vantaggio di un sistema di supporto sull'autostima

È estremamente difficile praticare l'autocompassione e l'accettazione di sé se l'input che ricevi da tutti intorno a te è costantemente negativo. Inoltre, stai già cercando di affrontare il tuo critico interiore, quindi dover affrontare la negatività da fonti esterne lo rende più difficile.

Diventa essenziale avere un supporto in qualche modo. Questo potrebbe non provenire sempre dai tuoi genitori, ma probabilmente può provenire da amici. Avere qualcuno che può aiutarti a vedere cose positive di te stesso può aumentare la tua sicurezza e il tuo benessere generale. Le persone di supporto possono aiutarti a ottenere una prospettiva più equilibrata e possono aiutarti a rafforzare la bassa auto-accettazione perché tendono a portare le buone qualità che hai alla tua attenzione molto più di quanto faresti. Ciò che è importante qui non è solo che queste persone esistano per te, ma anche che tu accetti il loro punto di vista e che non ignori le cose positive che dicono di te.

Per la maggior parte delle persone trans probabilmente affronteranno la transfobia ad un certo punto della loro vita, il che è complicato perché l'accettazione di sé allude al prerequisito di essere il più autentico possibile. Non puoi accettarti completamente se non vivi fedele a te stesso, cosa che potresti non essere prontamente in grado di fare come persona trans se la tua sicurezza personale viene messa a rischio in questo modo. Nella maggior parte dei casi, la legge sarà dalla tua parte e, se vieni molestato, potrebbe essere utile fare una denuncia. Può aiutarti molto se c'è almeno una persona con cui ti senti accettato e al sicuro.

Differenza tra autostima e accettazione di sé

L'autostima si riferisce specificamente a come ti vedi in relazione agli altri, mentre l'accettazione di sé si riferisce alla separazione interna delle tue azioni e qualità dal tuo concetto di autostima. Ne consegue che l'accettazione di sé è più profonda della stima. A differenza dell'autostima, l'accettazione di sé non è condizionata.

Un grosso problema con la società in generale è che la maggior parte di noi sente solo di essere condizionatamente accettabile dentro di sé, che ci sarà sempre qualcosa in noi stessi che non possiamo accettare. È una sfida che molte persone devono affrontare ed è fondamentale affrontarla affinché possa essere risolta.

Dobbiamo riconoscere che se non accettiamo pienamente noi stessi, sarà difficile per gli altri accettarci o per noi fare pace con l'essere accettati da qualcun altro.

Identità trans e accettazione di sé

Sebbene la mancanza di accettazione di sé sia universalmente dannosa per la tua salute mentale generale, può anche fungere da solido trampolino di lancio verso il miglioramento della salute mentale generale se decidi di migliorare la tua accettazione di sé.

Per quanto i sentimenti di accettazione di sé possano migliorare significativamente la vita di molti di noi, dobbiamo comunque riconoscere che a un certo punto incontrerete la discriminazione in una forma o nell'altra, e quel tipo di discriminazione porta al dolore. Sfortunatamente, quando stiamo soffrendo, specialmente i giovani, possiamo fare cose stupide per cercare di sfuggire al dolore.

Dobbiamo anche capire che la discriminazione potrebbe non essere esteriormente evidente. Questo è vero per la maggior parte delle persone e non è vero solo per le persone trans, anche se, detto questo, non possiamo negare che la discriminazione è molto probabile anche semplicemente perché ti identifichi come transgender.

La discriminazione spesso impedisce la completa accettazione di noi stessi e il nostro successo o fallimento di fronte a questa avversità. Indipendentemente da come la guardiamo, essere discriminati, per qualsiasi motivo, ti fa stare male, specialmente le parti della discriminazione che ti stanno già causando disagio personale senza che qualcun altro lo faccia notare in modo negativo.

Si spera che in futuro vivremo in un mondo in cui la discriminazione appartiene al passato e tutti possiamo vivere e amare liberamente. Ma fino a quando ciò non accade, tutto ciò che possiamo fare è continuare a lavorare sulle cose che possiamo effettivamente cambiare e, cercare di circondarci di persone che ci supportano, e continuare a lavorare per un posto nella nostra vita in cui possiamo accettarci per quello che siamo .

Una volta che hai imparato l'auto-accettazione, ci sono alcuni benefici psicologici da aspettarsi. Questi sono:
  • Livelli più elevati di senso di libertà per l'espressione di sé
  • Maggiore disponibilità a correre rischi e capacità più pronunciata di prendere decisioni importanti
  • Diminuzione della paura del fallimento
  • Vivere per se stessi invece di vivere per compiacere gli altri, il che porta a una vita più autentica
  • Un accresciuto senso di autostima
  • Un livello superiore di compassione interiore per i propri fallimenti
  • Sentirsi più autonomi nelle scelte di vita
  • Meno bisogno che gli altri approvino le tue scelte e circostanze
  • Livelli più elevati di autostima

Pensieri conclusivi

Sebbene l'accettazione di sé abbia molti elementi positivi da offrire, e anche se il viaggio è lungo, ci sono alcuni richiami alla realtà che dobbiamo riconoscere.

Nel tuo viaggio verso l'auto-accettazione, potrebbe essere utile separare l'identità di genere dall'orientamento sessuale e spezzare di conseguenza altri aspetti della tua vita. Dovrai anche venire a patti con la realtà che la transizione non risolverà tutti i tuoi problemi. Sebbene la transizione possa portare a un non piccolo grado di sollievo e gioia, sarebbe un errore affermare completamente la tua felicità. Fondamentalmente, la transizione non è la chiave dell'autoaccettazione; ne è solo una piccola parte.

L'ultima cosa che deve essere menzionata come pensiero sull'accettazione di sé è che i tuoi genitori potrebbero non essere sempre in grado di accettarti pienamente, come ci si aspetterebbe da un genitore. Alla fine, la cosa più importante è che devi vivere la tua vita; non puoi rinunciare alla tua felicità e tranquillità per compiacere i genitori che probabilmente non saranno comunque lì per il resto della tua vita. Mentre incoraggiamo sempre il rispetto e l'amore tra un genitore e un figlio, ci rendiamo anche conto che non è sempre raggiungibile e, sebbene non sia l'ideale, va bene escludere le persone dalla tua vita se stanno causando più danni che benefici, anche se sono i tuoi genitori

Assistenza gratuita
Pagare direttamente all'ospedale,
senza ricarichi.

    (e-mail, WhatsApp, FB, IG, cellulare)
    Grazie!
    Il vostro invio è stato ricevuto!
    Ops! Qualcosa è andato storto durante l'invio del modulo.

    Articoli recenti